I numeri tra 50 anni! Tante opportunità
Bigdata

Ti sei mai chiesto tra 10, 20… 50 anni quale impatto avranno i numeri nel tuo lavoro?

Per darti un’idea più chiara di quanto mi aspetto, metterò a paragone l’attuale situazione delle aziende italiane, rivista tra un bel po’ di anni…

A oggi, siamo in una situazione di “Scarsità numerica utile”.

In futuro, questa situazione cambierà in “Abbondanza numerica utile”… e chi arriverà tardi, sarà spazzato via dal mercato.

Spazio ai migliori, stop!

Che cosa vuol dire “Scarsità numerica utile”?

Vuol dire che anche se siamo nell’era dei Big Data, nella realtà dei fatti la maggior parte delle aziende fa fatica a mettere insieme due numeri sensati e a paragonare mele con pere. Sembra dura da digerire ma è cosi e mi spiego meglio.

Se parliamo di numeri prodotti direttamente dall’azienda, tipo vendita diretta, quali informazioni tracciano le aziende? Che cosa hanno venduto, a chi, a quanto e quando?

E’ possibile già oggi ottenere più informazioni?

Ebbene si, tutte quelle informazioni che sono vitali per il marketing e la vendita.

Profilo del consumatore, preferenze, Customer Satisfation ecc…

Insomma, già oggi lasciamo sul piatto tante di quelle informazioni utili che nemmeno riusciamo a vederle.

Per non parlare dell’utilizzo dei CRM (Customer relationship management) che a parole sono stupendi, poi per implementarli e renderli utilizzabili con il tuo business ti costa un salasso e quindi?

Soluzione? Adegui il business al CRM per non dover ammettere di aver buttato via un bel po’ di soldi… Anche se questa seconda scelta alternativa ti potrebbe costare molto, anzi moltissimo…

E’ tra 10 anni o più, cosa succederà?

La tecnologia evolverà e potrebbe essere possibile tracciare:

Vita del prodotto, utilizzo effettivo, spostamenti…

Quindi, il legame d’utilità. Tutte quelle informazioni anche sulla vita del prodotto stesso.

Non che ora non sia possibile, ma le priorità, come ti ho descritto sopra, sono ancora a un livello precedente.

Per questi motivi, passeremo da un paniere d’informazioni prettamente primarie ed essenziali a un’abbondanza numerica, supportata dalla tecnologia ed indirizzata sia dalla visione del Professionista Del Dato sia dai vari direttori di Marketing e Vendita.

Il Professionista del Dato con il passare del tempo diverrà sempre di più una figura importante per maneggiare questi dati e dargli un senso.

Tra 20,30,40 o 50 anni?

Non ho la sfera di cristallo ma gli imprenditori saranno consapevoli dell’importanza dei numeri.

Sul mondo del business ci saranno solo le aziende più strutturate ed organizzate e non per forza multinazionali. Anzi, tante PMI ultra specializzate.

Lo spazio per gli scappati di casa sarà ridotto al minimo.

Le risorse a livello di software saranno accessibili a tutti. Le informazioni pure.

La generazione digitale, nata con il cellulare in mano, sarà maggiorenne e avrà famiglia.

Il Professionista del dato diventerà una figura sempre più strategia che operativa.

Gli si chiederà di conoscere:

  • Dove acquisire i numeri.
  • Quali sono i numeri da utilizzare.
  • Come visualizzarli in maniera efficiente.

Insomma, si prospetta un ottimo futuro per il Professionista del Dato!

Immagine: Big_Data_Prob, Pubblicata da: KamiPhuc
Licenza Creative Commons: Attribution 2.0 Generic (CC BY 2.0)

About

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *